Chiesa di S. Giovanni Battista - Marketing e Turismo Reventino

Chiesa di S. Giovanni Battista

Quando l’abitato di Nocera si estese al di là del Fosso Cupo, probabilmente fu costruita la prima Chiesa, di cui non si conosce l’anno di fondazione, che nel corso degli anni subì ampliamenti e trasformazioni, probabilmente avvenuti alla fine del XIII sec. e furono costruite la Cappella dell’Addolorata e del Crocifisso. 

Secondo il Ventura il primo ampliamento della suddetta Chiesa fu intorno al XIII secolo, con la costruzione di un nuovo campanile, e riportandosi alla data incisa su una delle campane, la cui iscrizione si legge: «Agios Oteos - Ischiros - Agios Athanatos - A.D. 1 bbb - Alesion - Imas - Ave Maria», che tradotto: «Santo Iddio - Santo il forte - Santo l’immortale - Anno 1300 - Abbi pietà di noi - Ave Maria », suppone che la chiesa esistesse già fin dal XII sec.

Nel 1638, in seguito ai gravi danni riportati dal terremoto, l’edificio venne ricostruito quasi interamente. Venne ricostruito anche il campanile, ed a questo venne aggiunta una nuova campana, fusa nel 1679. Il terremoto del 1783 danneggiò gravemente  la chiesa di S. Giovanni che fu  ricostruita secondo lo  stile neo-classico manierato. E’ del 1828 la cupola rivestita di grigiole colorate.

Essa poggia su quattro robusti pilastri, collegati ad arcate e su questi si slancia il tamburo cilindrico che regge la cupola ed il lanternino cuspidato.

Allo stato attuale presenta un impianto a croce latina con copertura a tetto e cupola rivestita di grigiole.

La facciata tripartita in stile neo-classico, affrescata con decorazione pittorica eseguita dall’artista Carmelo Zimatore nel 1907 è arricchita da un portale in pietra tufacea scolpita, di tardo stile rinascimentale.

Sul cornicione è collocata un'apposita nicchia anch’essa in pietra con fastigio architettonico, che contiene la statua marmorea di S. Giovanni Battista. Nel secondo livello del prospetto è presente il rosone che illumina l’ambiente interno, il tutto sovrastato da un timpano alla cui sommità sono presenti tre cuspidi. E' presente il campanile a due ordini, terminante con cupola rivestita con grigiole e lanterna.

L’interno è a navata unica riccamente decorata con stucchi di stile barocco, lesene, affreschi con episodi della vita di San Giovanni Battista. Nel transetto si aprono due cappelle rispettivamente dedicate al SS.Crocifìsso ed all’Addolorata.

Nella navata, si aprono sei cappelle; a sinistra quella di S. Francesco di Paola, la Madonna del Carmine e il SS. Sacramento; a destra S. Giuseppe, l’Immacolata e il SS. Rosario.