Chiesa di San Pietro Apostolo - Marketing e Turismo Reventino

Chiesa di San Pietro Apostolo

La chiesa di San Pietro Apostolo fu costruita nella prima metà del secolo XVII.

Nel luogo su cui la Chiesa è stata costruita si trovava una cappella che custodiva l’effige di S.Pietro Apostolo, il diffusore della religione cristiana, crocefisso nell’anno 67 d.C. da Nerone nella Città di Roma.

La chiesa presenta un impianto longitudinale a tre navate. Posta sul lato di una piccola piazza irregolare si eleva con la facciata principale di gusto neoclassico; la parte centrale più alta e preminente ne annuncia la ripartizione interna.

Vi si aprono tre ingressi di cui quello mediano incorniciato da un protiro, sormontato da una imponente trabeazione con frontone in stile neoclassico; i portoni laterali più ridotti sono semplicemente incorniciati e sormontati da piccole finestre rotonde.

Il campanile è ubicato sul retro del fianco destro, la base è quadrata, si eleva per tre livelli, la struttura è aperta da finestre ad arco nel secondo e terzo livello. Le campane sono poste sull’ultimo livello.

All’interno la navata centrale è coperta da volta a botte con lunette per ospitare le quattro coppie di spaziose finestre ad unghia che illuminano l’interno.

È separata dalle navate laterali da archi a tutto sesto, poggianti su massicci pilastri a base quadrata. Le lesene ne esaltano il ritmo, interrotte da capitelli compositi con foglie d’acanto e volute che reggono il cornicione che gira tutto intorno unificando l’interno.

La zona presbiteriale è rialzata di un gradino ed è coperta da una calotta a vela. L'altare maggiore è in stile barocco, al centro la statua lignea di S.Pietro opera settecentesca di artista ignoto.

Di stile neoclassico, la facciata presenta tre portali e in una piccola nicchia la statua del Santo. All’interno sono custodire importanti opere d’arte: una fonte battesimale del 1600, forse di provenienza dall’Abbazia di Corazzo, in marmo verde di Gimigliano, una tavoletta in legno del 1700 su cui è riportato, quale atto di ringraziamento, un’iscrizione a ricordo di un evento miracoloso; un Cristo ligneo del 1700 di autore ignoto.