Gimigliano - Marketing e Turismo Reventino

Descrizione:

Gimigliano è un centro collinare di antiche origini, ubicato nel versante meridionale della Sila Piccola, nella valle del fiume Corace, a pochi chilometri da Catanzaro. Confina con i comuni di: Soveria Mannelli, Carlopoli, Cicala, S. Pietro Apostolo, Tiriolo, Sorbo, Fossato Serralta, Pentone e Catanzaro.

E' suddiviso in due nuclei principali disposti sulle propaggini dell'omonimo monte, a quote altimetriche differenti: Gimigliano Inferiore è a quota 500 metri s.l.m e Gimigliano Superiore, di dimensioni maggiori, è a quota 620 circa; gli abitanti risiedono nei due nuclei principali e nelle frazioni limitrofe.

Le molteplici potenzialità territoriali hanno consentito a Gimigliano di assumere, nel tempo, un ruolo rilevante per tutto il comprensorio: esemplificativo è l'indotto creato dalla presenza delle cave di marmo verde e rosa, ancora oggi visibili, dalle quali furono estratti ed esportati i blocchi utilizzati per la gradinata di della Chiesa del Gesù a Napoli, per la pavimentazione della Reggia di Caserta, per le nicchie ed il coro della Basilica di San Giovanni in Laterano ed in molteplici altre celeberrime strutture.

Il centro storico è ricco di testimonianze storico-artistiche di rilievo, antichi edifici religiosi e civili nei quali si rinvengono elementi di manifattura artigianale, opera di scalpellini locali.

In prossimità del centro abitato, in località Porto, è ubicato il santuario dedicato alla Madonna di Costantinopoli, meta costante di pellegrinaggi e turismo religioso.

Nella parte inferiore della paese sono ancora visibili le caratteristiche abitazioni erette con antiche tecniche costruttive: i locali del piano terra erano scavati nella roccia così come la scale di collegamento ai livelli superiori; l' acqua potabile era canalizzata per l'uso domestico mediante profonde scanalature praticate alla base delle pareti di roccia, dalle quali defluiva la sorgiva.

 

Cenni storici:

Le origini dell'abitato di Gimigliano sono ascrivibili al IX secolo quando, a seguito delle frequenti incursioni saracene, popolazioni greche occuparono il comprensorio dando vita ad una moltitudine di piccoli villaggi - Lustratico, S. Calogero, S. Janni e S. Biagio -  situati sulle propaggini del monte di SS. Salvatore.

Il toponimo Gimilon (dal greco, "terra abbondante di frutti") venne presumibilmente attribuito dall’imperatore bizantino Niceforo Foca; secoli dopo, durante il regno borbonico, Gimigliano divenne capoluogo di un più vasto circondario comprendente i comuni di Cicala e San Pietro Apostolo. Afferente a Catanzaro fino al 1481, poi feudo della famiglia Caraffa fino al 1610 e dei Cigala sino al 1799, venne aggregato al "Dipartimento della Sagra" con apposita legge concernente la ripartizione del territorio della repubblica napoletana. Nel 1807 il governo francese lo assoggettò a Tiriolo.

 

Luoghi di interesse, itinerari naturalistici e ospitalità

Scopri le attrazioni, i luoghi di interesse sul territorio, gli eventi e le manifestazioni culturali. Cerca le strutture ricettive e di ristorazione in cui avrai ospitalità e servizi.

SCOPRI IL TERRITORIO

Scopri i luoghi di interesse sul territorio del comprensorio comunale, le attrattive sul turismo locale, l'arte, la storia, gli eventi socio-culturali e religiosi.

Visualizza

ITINERARI NATURALISTICI

Scegli l'itinerario desiderato tra quelli enogastronomici, storico-culturali, naturalistici, cicloturistici, trekking e escursionismo. Visualizza il percorso attraverso la mappa interattiva.

Visualizza

SERVIZI E OSPITALITA'

Cerca le strutture ricettive, la ristorazione e l'artigianato locale, oltre ai servizi legati alle iniziative, il tempo libero, la musica, il cinema e i luoghi di benessere.

Visualizza