Eco Museo Naturalistico “Fortezza Monte” - Marketing e Turismo Reventino

Eco Museo Naturalistico “Fortezza Monte” – Tiriolo

Si tratta di un’opera (nella foto) che sorge sulla sommità di Monte Tiriolo, una fortezza altomedievale VII-XIV sec. d.C.. Secondo alcuni studi e ricerche, avvalorati da recenti scavi archeologici si potrebbe far risalire al periodo bizantino la fortezza che occupa quasi tutta la sommità della montagna di Tiriolo, anche se vi sono tracce di segni più antichi dei periodi brettio e romano.

La fortezza si sviluppa lungo il crinale, dal punto più alto, dove si trova l’osservatorio meteorologico, alle zone pianeggianti.La zona più alta, dove sorge l’osservatorio, si presume potesse costiturie il primo nucleo fortificato, che con il lungo circuito murario racchiudeva la sommità più agevole adatta ad accogliere un possibile sviluppo urbano all’interno delle mura.

Completa il circuito delle mura, un recinto a mezza costa con porta fortificata a tenaglia, recinto aggiunto sicuramente in un periodo più recente, forse poco prima dell’abbandono definitivo della fortezza.

Questo recinto è detto comunemente “giudecca”, luogo riservato a qualche comunità ebraica che orbitava nel territorio di Tiriolo. All’interno del circuito murario centrale, vi sono i resti di grandi case con magazzini e cisterne per la conservazione di derrate e la raccolta dell’acqua piovana.

Gli scavi archeologici del 1992 hanno portato alla luce i resti di una chiesa triabsidata a tre navate, bizantino – normanna, con tracce di frequentazione dell’edificio che si possono seguire fino all’XIII sec. d.C..